Gran premio di Cina 2010.

Qualche ben pensante potrebbe pensare che io mi sono svegliata all'alba questa mattina (leggasi DOMENICA) per guardare la gara. Ovviamente non è così. Prima ho guardato (all'ora di pranzo) un Tg per sapere chi ha vinto. Ora, alle 19 scopro che la RAI ha pure organizzato una replica. Bene, bene, bene... Partenza!
Sapendo già il destino del pollo asturiano alla fase del via mi focalizzo su di lui. Che nessuno se la prenda ma la partenza anticipata è stata assolutamente palese anche ad occhio nudo. Cos'è? Un lodo Al-onso per chi avrebbe da fare e preferisce iniziare un po' prima? Infatti tempo pochi giri lo beccano e lo costringono a passare per i box. Solo?
Grande crask anche per qualcun altro che finisce, prima ancora di partire, la gara. Tra questi ovviamente c'è Luizzi, che nonostante tutto è ottimista ma dichiara che "non c'è grip con le slick". Una traduzione è ben accetta, nel frattempo consiglierei un ricovero in qualche centro di sanità mentale.
Entro i primi 20 giri gli eventi interessanti sono:
- Un duello ai box Hammilton Vettel sulla corsia dei box;
- Un duello Hammilton Shummacher.
S'è capito che oggi Hammilton ha le scatole girate. Sta di fatto che tutto va in pappa non appena incomincia a piovere in maniera seria. Tutti e 850 i piloti entrano contemporaneamente ai box. Non sono da meno i piloti Ferrari ben sapendo che comunque a solo una alla volta avrebbero potuto cambiare le gomme. Lollol. Ancora più lol se si guarda la scena in cui Alonso supera Massa all'ingresso box mandandolo sull'erba ed, ovviamente, avvantaggiandosi di questo rapido cambio. Ed eccoci! Il notorio spirito di squadra è riemerso.
Finalmente Mazzoni&co. si sono resi conto che per Shummacher il fatto che sia tornato a girare non significa assolutamente che possa tornare a stravincere. Forse con una punta di amarezza continua infatti a snocciolare i dati dei deludenti tempi del tedesco, delle statistiche rispetto al suo più giovane collega, nonchè citare frasi di altri piloti che hanno tutte in comune il fatto che si riferiscono a loro bambini, Michael in pista. Chi desiderava correre con\contro di lui da quando era bambino. Chi desiderava superarlo da quando era bambino. Abbiamo capito che NonnoShummacher decisamente è nel posto sbagliato al momento sbagliato. Anche sotto la pioggia, un tempo sua grande forza, non riesce a cavare un ragno dal buco.
E' così che finisce con Button (che ci faccio quì), Hammilton (comunque sono er mejo) e Rosberg-tanto-so-che-vince-lui-quest'anno sul podio. Dietro Alonso, Kubica, Vettel... e un po' d'altra gente con Massa che, almeno, supera Shummacher all'ultimo giro. In conclusione:
Anatemi:- Pallavolare le gomme (Mazzoni);
- Non c'è grip con le Slick (V.A.Liuzzi);
Valutazioni personali:
Ma la lezione dell'anno scorso non è bastata a far capire che andare in Cina in questo periodo significa centrare in pieno la stagione delle piogge?

Commenti